Analisi bilancio con PROFIS

L’analisi di bilancio: uno strumento fondamentale per la gestione aziendale

Cos’è l’analisi di bilancio e perché è importante

L’analisi di bilancio è il processo che consente di valutare la situazione economico-finanziaria e patrimoniale di un’azienda, attraverso l’esame dei documenti contabili, come il bilancio di esercizio, il conto economico e lo stato patrimoniale.

L’analisi di bilancio è importante perché permette di individuare i punti di forza e di debolezza dell’attività aziendale, di monitorare l’efficienza e la redditività, di confrontare le performance con quelle dei concorrenti e del settore di riferimento, di pianificare le strategie future e di comunicare con gli stakeholder interni ed esterni, come i dipendenti, i clienti, i fornitori, gli investitori, le banche e le autorità fiscali.

Gli indici di bilancio: cosa sono e come si calcolano

Gli indici di bilancio sono dei rapporti tra le voci del bilancio, che esprimono in forma sintetica e numerica le caratteristiche e le tendenze dell’azienda. Gli indici di bilancio si dividono in quattro categorie principali: indici di struttura, indici di liquidità, indici di redditività e indici di leva finanziaria. Vediamo quali sono i più importanti e come si calcolano.

  • Indici di struttura: misurano la composizione del patrimonio netto e del capitale investito, e la loro copertura. Alcuni esempi sono: l’indice di autonomia finanziaria, che si ottiene dividendo il patrimonio netto per il totale delle passività; l’indice di indebitamento, che si ottiene dividendo il totale delle passività per il patrimonio netto; l’indice di immobilizzazione, che si ottiene dividendo il capitale fisso per il capitale investito.
  • Indici di liquidità: misurano la capacità dell’azienda di far fronte agli impegni di pagamento a breve termine, utilizzando le risorse disponibili o facilmente reperibili. Alcuni esempi sono: l’indice di liquidità immediata, che si ottiene dividendo la cassa e gli equivalenti di cassa per il debito a breve termine; l’indice di liquidità corrente, che si ottiene dividendo l’attivo circolante per il debito a breve termine; l’indice di liquidità differita, che si ottiene dividendo le rimanenze per il debito a breve termine.
  • Indici di redditività: misurano la capacità dell’azienda di generare utili in rapporto al capitale investito, al fatturato o al valore aggiunto. Alcuni esempi sono: il return on investment (ROI), che si ottiene dividendo l’utile operativo per il capitale investito; il return on equity (ROE), che si ottiene dividendo l’utile netto per il patrimonio netto; il margine operativo, che si ottiene dividendo l’utile operativo per il fatturato; il margine netto, che si ottiene dividendo l’utile netto per il fatturato.
  • Indici di leva finanziaria: misurano l’effetto dell’indebitamento sul rendimento del capitale proprio, e il grado di rischio finanziario dell’azienda. Alcuni esempi sono: il leverage operativo, che si ottiene dividendo il contributo marginale per l’utile operativo; il leverage finanziario, che si ottiene dividendo l’utile operativo per l’utile netto; il leverage totale, che si ottiene moltiplicando il leverage operativo per il leverage finanziario.

Come interpretare gli indici di bilancio e il loro andamento nel tempo

Gli indici di bilancio non hanno un valore assoluto, ma devono essere interpretati in relazione al contesto aziendale, al settore di appartenenza, agli obiettivi prefissati e ai dati storici. Per questo, è utile confrontare gli indici di bilancio con quelli di altre aziende simili, con quelli di riferimento del mercato o con quelli di benchmarking, che rappresentano i valori ottimali o desiderabili.

Inoltre, è importante analizzare l’andamento degli indici di bilancio nel tempo, per individuare le tendenze, le variazioni e le anomalie, e per valutare l’efficacia delle azioni correttive o di miglioramento. Per fare questo, si possono utilizzare dei grafici, delle tabelle o delle analisi di varianza, che evidenziano le differenze tra i valori attesi e quelli realizzati.

Le nostre soluzioni per le tua analisi di bilancio:

PROFIS/Bilanci

Con PROFIS/Bilanci elaborare comparazioni tra periodi, riclassificazioni con criteri diversi, indicatori e margini è molto semplice: in pochi passaggi puoi effettuare valutazioni sulla solidità patrimoniale e finanziaria, sulla liquidità e sulla redditività dell’azienda.

 

profis analisi bilancio

Profis analisi bilancio

Clicca sulle immagini per ingrandirle

Sportello BI

Analisi bilanci e previsionali per i professionisti che vogliono disporre di uno strumento interattivo e dinamico per analizzare bilanci e prospetti consuntivi e previsionali, eseguire confronti, elaborare scostamenti, calcolare indici e rendiconti, anche per più ditte contemporaneamente.

Le informazioni ottenute dai modelli forniti da Sistemi sono contraddistinte da:

  • immediatezza e interazione
  • possibilità di analizzare i dati in sintesi scendendo fino al massimo dettaglio
  • possibilità di personalizzare le analisi
  • possibilità di condividere su web le informazioni con i propri collaboratori o i propri clienti.

Sportello BI analisi bilancio

Sportello BI

Clicca sulle immagini per ingrandirle

Benchmarking

Grazie al servizio di informazioni camerali integrato controlli in tempo reale lo stato di salute dell’azienda, ti confronti con imprese concorrenti e definisci le strategie più corrette per la gestione aziendale.

BenchmarkingAnalisi bilancio Benchmarking

Clicca sulle immagini per ingrandirle

Ultimi Articoli

Categorie

Archivio

Condividi l’articolo:

Facebook
Twitter
LinkedIn